elite supermercati header logo

Bologna: la città dei portici

Una città dalle molte faccie che in questo periodo offre eventi particolari, dal festival che abbina cibo e cinema alla Par Tòt Parata: la parata per tutti

Solare e gaudente, Bologna è una città da scoprire camminando lungo le vie fiancheggiate dai tipici portici (una rete di quasi 40 km all’interno del centro storico). Le principali arterie del centro convergono a raggiera in piazza Maggiore, il fulcro monumentale, dove i bolognesi si danno appuntamento arrivando spesso in bicicletta. Su questo enorme slargo si affacciano i portici di Palazzo dei Banchi, la Basilica di San Petronio (1390); di fronte, il Palazzo del Podestà e la celebre Fontana del Nettuno (1566) del Giambologna; accanto, Palazzo d’Accursio ospita al suo interno il Museo Giorgio Morandi che raccoglie i lavori dell’artista bolognese e la sua collezione di arte antica. Poco distanti, le due torri sono la maggiore attrattiva turistica, le più famose tra le oltre cento che in epoca medievale rendevano riconoscibile la città a chilometri di distanza: quella della Garisenda (48 m), pendente e mozza, e quella adiacente degli Asinelli (alta più di 97 m) eretta dai Ghibellini.

TRA PIAZZE E PORTICI
Dalle torri si può imboccare la porticata via Zamboni, il cuore del quartiere univer- sitario. Bologna vanta, infatti, l’Università più antica d’Europa (1183) ed è ancora oggi piena di studenti che animano nuovi locali e vecchie osterie.Via Zamboni conduce a Palazzo Poggi, sede dei Musei Universitari, e alla Pinacoteca Nazionale, una delle gallerie d’arte più importanti d’Italia, con capolavori di Raffaello, di Guido Reni e del Parmigianino. Se dalle torri si imbocca, invece, via Santo Stefano (dove ogni seconda domenica del mese si tiene un mercatino di antiquariato) si arriva alla piazza omonima, detta anche “delle sette chiese”, la più affascinante della città.

DA NON PERDERE
La casa dove abitò il poeta Giosuè Carducci (www.casacarducci.it); il Palazzo Archiginnasio, un tempo sede dell’Università, con un portico di 139 metri e l’imperdibile Teatro Anatomico (a sinistra); la Chiesa di San Domenico con un prezioso coro ligneo del Cinquecento; il MAMbo, museo d’arte moderna con una collezione di opere dall’Ottocento a oggi e mostre temporanee; il Museo Lamborghini, con auto dal 1963 a oggi (www.lamborghini.com). Naturalmente piazza Maggiore, piazza Santo Stefano, e la Pinacoteca.

IN QUESTO PERIODO
Slow Food on Film
Seconda edizione del Festival Internazionale di Cinema e Cibo che dal 6 al 10 maggio propone serate con proiezione di film e menu a tema, assaggio dei cibi di strada proposti da artigiani selezionati, concorsi, attività didattiche per i ragazzi. Info e prevendite: Cineteca di Bologna, tel. 0512194826, Cinema Lumière, tel. 0512195311, Cinema Arlecchino, tel. 051 522285. Info: www.slowfoodonfilm.com, www.cinetecadibologna.it

Par Tòt Parata
Colorata parata di danza, spettacolo e teatro in programma sabato 20 giugno dalle 15, con partenza dei cortei in diversi punti della città e arrivo al Parco della Montagnola con performance, cibo e concerto finale. L’evento è il frutto di una cinquantina di laboratori gratuiti che si tengono in maggio e giugno. Info:Associazione Culturale Oltre, tel. 051482800, 0516093743, 3288879761, www.fest-festival.net

Il Giardino di Darwin
Fino al 30 giugno, una mostra che celebra i 200 anni della nascita dello scienziato. Presso l’Orto e il Museo

DOVE MANGIARE
L’emblema della cucina bolognese è la pasta fresca fatta in casa, tirata a mano con il mattarello. Le varianti sono infinite, sia in brodo sia asciutte, e vanno dalle tagliatelle alle lasagne, fino alla pasta ripiena come i celebri tortellini. Ecco alcuni indirizzi:

La Cesarina. Primi della tradizione (tagliatelle, lasagne,passatelli, cappelletti), cotoletta alla bolognese e il tipico fritto (carne, verdure, frutta e crema fritta). Via S.Stefano 19/b Tel.051-232037 Prezzi:da 35 €,vini esclusi

Gianni – A La Vecia Bulagna. Indirizzo storico. Oltre a tortellini in brodo, tagliatelle al ragù e cotoletta alla bolognese, da provare la mortadella alla griglia con aceto balsamico. Via delle Clavature 18 Tel.051-229434 Prezzi: da 25 €, vini esclusi

Meloncello. Trattoria con cucina casereccia, con primi e dolci fatti in casa. Via Saragozza 240/a Tel.051-6143947 Prezzi: da 30 €, vini esclusi

Da Sandro al Navile. Pasta fatta a mano. Specialità: tortellini in brodo di cappone e coniglio disossato al frantoio. Si consiglia la prenotazione. Via del Sostegno 15 Tel.051-6343100 Prezzi: da 36 €, vini esclusi

Altri contenuti in questa categoria
Altri contenuti in questa categoria

Il supermercato di quartiere completamente dedicato agli animali domestici, con una vasta scelta di prodotti food e accessori per i tuoi piccoli e grandi amici.

Un luogo ampio ed accogliente per un evento, una cerimonia, un pranzo di lavoro o per trascorrere del tempo con tutta la famiglia, 

Passato, presente e futuro si uniscono armoniosamente in una struttura sobria ed elegante, immersa nella quiete di un luogo distante dal frastuono della cittá.