Primi
Primi 60

Ravioli di mela verza e mozzarella  Difficoltà:   Media
Unire e impastare farina, l'uovo, sale e olio. Stendere l'impasto fino ad ottenere una sfoglia sottile. Grattugiare la mela e passarla in padella con una noce di burro, aggiungere la verza precedentemente tritata e sfumare con il vino bianco. Salare e profumare di noce moscata. Lasciare addensare alcuni minuti. Sulla sfoglia disporre a mucchietti i dadini di mozzarella, quindi richiudere e ritagliare i ravioli. A parte preparare una salsa di pomodoro. Cuocere i ravioli (6’ circa), condire con la salsa e spolverare con il parmigiano grattugiato. Vino consigliato: Vino consigliato: Sauvignon Collio. Colore giallo paglierino carico, presenta profumi abbastanza ampi e complessi di fiori e frutta, è morbido anche se con buona freschezza e sapidità.
Vai alla ricetta
Ravioli di mortadella  Difficoltà:   Media
Unire e impastare farina, uova e sale. Stendere l’impasto fino ad ottenere una sfoglia sottile e tagliare a strisce. Disporre a mucchietti un trito di mortadella e scaglie di parmigiano. Sovrapporre un’altra striscia, chiudere e tagliare. In una padella con olio rosolare il trito di carne di maiale, aggiungere i pomodori pelati e cuocere a fuoco dolce per 20’, quindi salare. Nel frattempo cuocere al dente i ravioli (3’ circa), unirli al sugo e terminare la cottura per altri 3’. Servire con abbondante parmigiano e una rosa di mortadella. Vino consigliato: Vino consigliato: Sangiovese di Romagna, L'aroma è principalmente fruttato e con sentori floreali; ha corpo medio, è fresco di acidità, il tannino non è invadente e non pregiudica una morbidezza.
Vai alla ricetta
Lasagna croccante  Difficoltà:   Media
Impastare farina, uova, sale e pepe. Stendere una sfoglia sottile e ricavare delle lasagne rettangolari larghe 5 cm circa e lunghe 10 cm circa. Lavare e sgrondare le bietoline e spadellarle con olio e sale per circa 5’, quindi salarle. Comporre la lasagna, mettendo in una pirofila imburrata, a strati alterni, la pasta, le bietoline e le fettine di mozzarella. Terminare con un rettangolo di pasta, spolverare con parmigiano ed infornare a 180° per 10’. Vino consigliato: Vino consigliato: Vermentino di Gallura. Ha profumi netti ma limitati, il gusto denota personalità, con buona morbidezza e piacevoli sensazioni amarognole nel retrogusto.
Vai alla ricetta
Zuppa di patata rossa e cavolfiore  Difficoltà:   Media
Soffriggere aglio, olio, cipolla affettata ed acciughe; unire, quindi, la patata rossa ed il cavolfiore a dadini. Fare insaporire il tutto. Sfumare con il vino bianco, unire un mestolo di acqua ed i pomodori a pezzetti e far bollire lentamente per 8’. Aggiungere le bavette sminuzzate e cuocere ancora per 7’. Servire con parmigiano grattugiato grosso. **Vino consigliato: Vino consigliato: Frascati Bianco Laziale dei Castelli, paglierino più o meno intenso, odore vinoso intenso , fruttato, delicato al gusto è sapido, morbido, fine e vellutato.
Vai alla ricetta
Zuppa di lenticchie rosse  Difficoltà:   Media
Tritare sedano, carota e cipolla e rosolare in una pentola con dell'olio. Unire i funghi affettati, salare ed aggiungere le lenticchie con 1l di acqua calda. Quando riprende il bollore unire le bietole spezzettate e cuocere per 5’, quindi spezzare a metà gli spaghetti ed aggiungerli alla zuppa. Cuocere ancora per 6’. Nel frattempo grattugiare la cacio e servire con la zuppa. A piacere, accompagnare con crostoni di pane tostati nel forno. Vino consigliato: Vino consigliato: Pinot Grigio C.O.F. Giallo dorato con riflessi ramati , ha profumo fruttato, etereo, intenso e persistente. Di corpo e giustamente alcolico.
Vai alla ricetta
Crema di cavolfiore  Difficoltà:   Media
Mettere le cime di cavolfiore in un soffritto di aglio e cipolla, aggiungere la mollica di pane, bagnare con il brodo vegetale e cuocere per 10’. Togliere dal fuoco e frullare il tutto. Aggiustare di sale e riporre sul fuoco. Aggiungere alla crema ottenuta il tuorlo d'uovo, la panna ed il parmigiano grattugiato. Servire con fette di pancarrè tostati. Vino consigliato: Vino consigliato: Tocai bianco friulano. I profumi floreali e fruttati sono intensi e persistenti. E' secco, fresco e giustamente acidulo e regala al palato piacevoli sentori di mandorla.
Vai alla ricetta
Maltagliati con ragù di cervo  Difficoltà:   Media
Impastare farina, le uova e scorza di limone gratuggiata e lavorare bene l'impasto. Stendere la sfoglia e tagliarla in modo irregolare. Tritare al coltello la carne di cervo. Tritare una cipolla ed una carota e rosolare il tutto in una padella con dell'olio e cuocere per circa 10’. Aggiungere la zucchina tagliata a julienne e le acciughe, sfumare con il vino rosso e cuocere per 7’. Cuocere la pasta (3’ circa), scolarla e saltarla in padella con il ragù preparato. Vino consigliato: Vino consigliato: Buttafuoco dell'Oltrepo pavese, dal colore molto acceso, aroma intenso e fruttato, gusto asciutto e corpo, talvolta perfino vivace.
Vai alla ricetta
Rombi di zucca e caciotta  Difficoltà:   Media
Impastare farina, uova e un po' di sale. Stendere la pasta e ricavarne dei rombi. Tagliare la zucca a cubetti e rosolarli con un po' d'olio e aglio, aggiungendo acqua, basilico e salvia; salare e cuocere per circa 15’. Cuocere la pasta a forma di rombi (5’ circa), scolarli e saltarli in padella assieme alla zucca. Trasferirli in una pirofila imburrata, coprire con fettine di caciotta e infornare a 200° per 7’. Vino consigliato: Vino consigliato: Falerno del Massiccio. Bianco, dal sapore secco e fresco, ha struttura delicata e profumi fruttati.
Vai alla ricetta
Lasagne al radicchio  Difficoltà:   Media
Preparate una besciamella facendo fondere il burro,mescolatevi la farina,stemperate col latte caldo. Salate, pepate, fate sobbollire qualche minuto e togliete dal fuoco. Lavate il radicchio e tagliatelo a spicchietti, quindi cuocetelo al burro in padella.Rosolate anche le fettine di bacon. Unite alla besciamella due cucchiai di parmigiano e due tuorli, se non volete cuocere prima le lasagne diluitela con latte o acqua. Formate le lasagne disponendo a strati la pasta, il radicchio, la pancetta e la besciamella e una spolverata di parmigiano.
Vai alla ricetta
Soufflé in due tempi  Difficoltà:   Media
Portate il latte a ebollizione e versatelo sulla farina facendo attenzione a non fare grumi. Condite con sale, pepe e noce moscata macinati al momento, rimettete sul fuoco e fate ispessire mescolando con un cucchiaio di legno. Lasciate intiepidire, quindi incorporate il burro a pezzetti, i due formaggi grattugiati e i tre tuorli d’uovo, tenendo da parte due albumi. Ungete e infarinate uno stampo da savarin o 12 stampini. Montate i due albumi a neve ferma,incorporateli delicatamente e distribuite negli stampi. Disponete gli stampini in un tegame e versateci acqua calda ma non bollente fino a 2/3 della loro altezza.Trasferite nel forno preriscaldato a 180 °C e fate cuocere per 15-20’ o fino a che risultano elastici e spugnosi al tatto. Sformate tiepidi disponendoli ben distanziati in una pirofila imburrata, lasciate raffreddare, coprite con pellicola trasparente e mettete in frigorifero. Al momento di servire, irrorate con la panna liquida che deve arrivare fino a metà circa dell’altezza dei soufflé, spolverizzate con i formaggi grattugiati e passate in forno a 180 °C per 15-20’.Sfornate e servite immediatamente.
Vai alla ricetta

Pagina 4 di 5
2018-01-19 18:59:57
Elite Pet è il tuo supermercato di quartiere completamente dedicato agli animali domestici. Ti offriamo una vasta scelta di prodotti food ed accessori destinati ai tuoi animali perché ci prendiamo cura delle tue esigenze e quelle di chi ti sta a cuore. In un ambiente comodo e familiare ti sentirai coccolato, guidato e informato ...
Il ristorante Elite è un luogo accogliente che propone diversi menu a base di carne, pesce e pizza, dove poter trascorrere del tempo per un pranzo di lavoro oppure con la famiglia. Il ristorante dispone di una terrazza estiva e di un’ampia sala per eventi utile per cene aziendali, battesimi, comunioni, cresime e matrimoni.
Il Grand Hotel Elite, un Hotel tre stelle di categoria superiore, si compone di 2 suites, 65 camere insonorizzate, realizzate nel piú delicato stile classico, dove passato, presente e futuro sono armoniosamente uniti a delineare l'eleganza e la sobrietá della struttura, immersa nella quiete di un luogo distante dal frastuono della cittá. Molti anni ...
Il caffè Elite nasce nel Gennaio del 2007 in via Appia Nuova al n.486. Non è possibile raccontare la storia di questo locale, peraltro piuttosto breve, senza riallacciarsi a quella della Super Elite, azienda madre che ha al suo attivo una trentina di supermercati tutti ubicati nella Capitale. La ricerca del servizio accurato, della ...