Antipasti
Antipasti 36

Insalata capricciosa  Difficoltà:   Facile
Lessare il petto di pollo, lasciarlo raffreddare e tagliarlo a sottili listarelle. Tagliare nello stesso modo il prosciutto e il cuore della scarola con le fogli più bianche e tenere. Grattugiare a julienne con il tagliaverdure il cuore del finocchio e il sedano rapa sbucciato. In una capiente ciotola mescolare tutti gli ingredienti, condire con olio extravergine d’oliva, succo di limone, sale e pepe. Da ultimo legare con qualche cucchiaio di maionese. Ricoprire un piatto da portata con le restanti foglie di insalata ben allargate e sistema sopra la capricciosa. È bene ricordare che la capricciosa va condita al massimo due ore prima di servirla per non “cuocere” l’insalata.
Vai alla ricetta
Long island ice tea  Difficoltà:   Facile
Mettere il ghiaccio a cubetti nello shaker, aggiungere i liquori (vodka, gin, rum bianco e cointreau), il succo di limone e lo sciroppo di zucchero. Agitare bene, versare nel bicchiere da long drink e colmare con la cola. Guarnire con una fetta di limone.
Vai alla ricetta
Insalatina di pollo e uvetta  Difficoltà:   Facile
Tostare i pinoli in una padella con un po’ di olio e un goccio d’acqua; a fuoco spento aggiungere l’uvetta precedentemente ammollata in acqua. Tagliare il petto di pollo a listarelle e sbollentarlo per qualche minuto in acqua bollente leggermente salata. Eliminare il torsolo dalla mela, tagliarla a fette un po’ spesse e bagnarla con qualche goccia di limone per non farla annerire. In una terrina unire il pollo, i pinoli con l’uvetta, la mela e condire con olio sale e pepe prima di servire.
Vai alla ricetta
Sformato di topinambur con fonduta  Difficoltà:   Media
Privare la fontina della crosta, tagliarla a listarelle e metterla a mollo in 1 dl di latte tiepido per 1 ora circa o in latte freddo per tutta la notte. Rosolare la cipolla nell’olio, aggiungere la carota, il sedano e i topinambur lavati, asciugati e affettati finemente, cuocere per circa 40 minuti e lasciare raffreddare. Contemporaneamente far cuocere le patate con la pelle; una volta cotte, pelarle e schiacciarle. Preparare a parte una besciamella leggera con 250 ml di latte, 2 cucchiai di farina, 20 g di burro e un pizzico di sale e pepe. Sbattere in una terrina 6 uova, unire mescolando le patate, i topinambur, la besciamella e il parmigiano grattugiato, aggiustando con sale e pepe.Versare il composto ottenuto in 6 formelle e cuocerle a bagnomaria in forno per circa 40 minuti. Preparare la fonduta sciogliendo 20 g di burro in un tegamino, unire la fontina e il latte tiepido, alzare la fiamma e mescolare fino a ottenere un composto denso, unirvi alla fine uno alla volta 2 tuorli d’uovo, poco pepe e far addensare per qualche minuto. Sfornare le formelle, girarle ognuna in un singolo piatto, ricoprirle di fonduta e servire.
Vai alla ricetta
Scrigno di zucchine  Difficoltà:   Media
Mondate le zucchine, lavatele e affettatene 2 a velo (cioé a strisce sottili) per il senso della lunghezza con un pela verdure. Mondate le carote, raschiatele e tagliatele a julienne, così come le altre 2 zucchine. Lavate e asciugate i germogli di soia. Disponete le strisce di zucchine su un piatto, cospargetele con una presa di sale e mezzo cucchiaio di aceto di mele. Lasciatele riposare per 15 minuti, in modo da renderle morbide. Preparate ora una salsa al formaggio squacquerone tritando finemente qualche filo di erba cipollina, 2 rametti di aneto e gli spicchi d’aglio. Unite il trito allo squacquerone e incorporate mezzo cucchiaio di olio, mezzo cucchiaio di aceto, un pizzico di sale e il parmigiano grattugiato, mescolando bene sino a ottenere una consistenza cremosa e non troppo densa. Riunite in un recipiente i germogli di soia e tre quarti della julienne di zucchine e carote. Condite con la salsa ottenuta e mescolate bene per insaporire uniformemente. Ungete di olio 2 stampini e foderateli con i veli di zucchina. Distribuite le verdure alla salsa di squacquerone negli stampini e ripiegate le zucchine verso l’interno in modo da chiudere bene la parte superiore degli scrigni. Infine capovolgete gli stampini e servite, decorando con le zucchine e le carote rimanenti, qualche filo di erba cipollina, foglie di aneto e salsa al formaggio.
Vai alla ricetta
Torta Pasqualina  Difficoltà:   Media
Lessare le bietoline, strizzarle e amalgamarle con il parmigiano e la maggiorana. A parte lavorare la ricotta con la panna e un cucchiaio di farina. Impastare la restante farina con un pizzico di sale, 2 cucchiai d’olio e 2,5 dl d’acqua. Dividere la pasta in 10 pezzi, di cui 5 un poco più grandi, e stenderli in sfoglie sottilissime. Tirarle ancora finché diverranno quasi trasparenti. Ungere una teglia, adagiarvi una delle sfoglie più grandi ricoprendo anche i bordi, spennellarla d’olio; sovrapporre le altre sfoglie grandi sempre ungendo con l’olio tra l’una e l’altra. Allargare sopra prima le bietole e poi la ricotta. Ricavare nel ripieno cinque fossette e in ognuna sgusciare un uovo fresco. Salare e cospargere di parmigiano. Ricoprire con una sfoglia, spennellarla d’olio e continuare nello stesso modo con le altre quattro. Ripiegare verso l’interno le sfoglie che debordano e sigillarle con quelle di copertura. Bucherellare la superficie, ungerla d’olio e infornare a 180° per un’ora.
Vai alla ricetta
Marò di fave  Difficoltà:   Facile
Sgranare le fave e privarle della pellicina più dura. Sistemarle in un mortaio con lo spicchio d’aglio sbucciato e le foglie di menta; unire un abbondante pizzico di sale grosso e pestare il tutto finché si otterrà una crema omogenea. Trasferire il composto in una ciotola e incorporare il parmigiano e il pecorino grattugiati. Aggiungere l’olio extravergine d’oliva facendolo cadere “a filo” e mescolando continuamente per farlo assorbire finché si otterrà un composto semiliquido. Insaporire con una macinata di pepe e servire su crostini di pane. Ottimo con l’aperitivo.
Vai alla ricetta
Asparagi bianchi in salsa bolzanina  Difficoltà:   Facile
Lavare e sbucciare gli asparagi rimuovendo l’estremità legnosa. Portare ad ebollizione abbondante acqua salata con il burro, lo zucchero, il vino bianco e un pizzico di sale. Aggiungere gli asparagi e cuocere per circa 20 minuti; a cottura ultimata disporli sul piatto da portata. Preparare la salsa mescolando energicamente i tuorli con la senape, l’aceto e l’olio d’oliva fino ad ottenere una crema. Aggiustare di sale e pepe. Con l’aiuto del frullatore montare a neve gli albumi e unirli al preparato. Servire gli asparagi caldi irrorati dalla salsa bolzanina ed accompagnati da patate lesse e prosciutto cotto.
Vai alla ricetta
Tortilla spagnola rivisitata  Difficoltà:   Media
Pelare le patate, affettarle e friggerle in abbondante olio. Tagliare finemente le cipolle e farvi cuocere insieme i piselli sbollentati In una terrina capiente unire le uova, le patate, il parmigiano, le cipolle con i piselli e un cucchiaio di concentrato di pomodoro. Aggiustare di sale e pepe e mischiare bene. Ricoprire una teglia con della carta da forno, ungerla e versarvi l’impasto che deve rimanere abbastanza spesso. Infornare a 180°C per circa 30 minuti.
Vai alla ricetta
Arance in insalata  Difficoltà:   Facile
Pulite le cipolle e tritatele finemente insieme al prezzemolo, unite olio e sale quanto basta. Tagliate la calotta superiore e quella inferiore delle arance in modo da mettere al vivo la polpa Eliminate quindi la scorza restante con un coltello, in modo da eliminare al contempo tutta la scorza e la pellicina che avvolge gli spicchi. Tagliate le arance a fettine sottili e disponetele in un piatto fondo, irrorandole con l’olio aromatizzato prudentemente preparato e fate riposare per un’ora in luogo fresco. Scolate le fette d’arancia e distribuitele sui piatti, ornate con un ciuffetto di valeriana e le nocciole a scaglie.
Vai alla ricetta

Pagina 1 di 3
2017-12-16 01:29:16
Elite Pet è il tuo supermercato di quartiere completamente dedicato agli animali domestici. Ti offriamo una vasta scelta di prodotti food ed accessori destinati ai tuoi animali perché ci prendiamo cura delle tue esigenze e quelle di chi ti sta a cuore. In un ambiente comodo e familiare ti sentirai coccolato, guidato e informato ...
Il ristorante Elite è un luogo accogliente che propone diversi menu a base di carne, pesce e pizza, dove poter trascorrere del tempo per un pranzo di lavoro oppure con la famiglia. Il ristorante dispone di una terrazza estiva e di un’ampia sala per eventi utile per cene aziendali, battesimi, comunioni, cresime e matrimoni.
Il Grand Hotel Elite, un Hotel tre stelle di categoria superiore, si compone di 2 suites, 65 camere insonorizzate, realizzate nel piú delicato stile classico, dove passato, presente e futuro sono armoniosamente uniti a delineare l'eleganza e la sobrietá della struttura, immersa nella quiete di un luogo distante dal frastuono della cittá. Molti anni ...
Il caffè Elite nasce nel Gennaio del 2007 in via Appia Nuova al n.486. Non è possibile raccontare la storia di questo locale, peraltro piuttosto breve, senza riallacciarsi a quella della Super Elite, azienda madre che ha al suo attivo una trentina di supermercati tutti ubicati nella Capitale. La ricerca del servizio accurato, della ...